0%

Metodo Inbound

26 Novembre 2021 - Internet
metodo inbound

Metodo Inbound: il miglior modo per trovare i clienti

Ad oggi, il metodo Inbound è, senza ombra di dubbio, il miglior modo per trovare nuovi clienti. Come? Te lo spieghiamo noi di In Your Mind.

Inbound Marketing significa prima di tutto creare e distribuire contenuti di valore rivolti a un pubblico ben definito, allo scopo di attrarlo verso un marchio.

miglior metodo per trovare clienti

Fai crescere la tua attività con In Your Mind

In Your Mind è la scelta migliore se vuoi far crescere la tua attività commerciale, e il merito è anche del metodo Inbound.

Siamo un’ Agenzia di Comunicazione all’avanguardia, dove il cliente è al centro di tutto. Offriamo servizi personalizzati e innovativi, perfettamente in linea con la nostra linea di pensiero: “your business is our business”.

Il nostro team, infatti, si impegna costantemente nella ricerca della giusta linea di comunicazione e adotta soluzioni innovative per stare al passo con i trend del momento.

“Sì” al metodo Inbound

Dire “sì” al metodo Inbound è la cosa più semplice al mondo. Anzi, può rivelarsi la scelta migliore della tua vita. Non ci credi? Leggi tutto l’articolo!

Questa metodologia di fare marketing rispecchia perfettamente l’assetto sociale odierno; digitalmente sempre più attivo e molto vulnerabile agli input provenienti dal web.

Tutti, almeno una volta nella vita, ci siamo imbattuti nelle fastidiosissime “pubblicità invadenti”, così improvvise quanto irritanti. Queste, insieme alle email spam che giornalmente intasano miliardi di caselle di posta, fanno parte del outbound marketing.

si al metodo Inbound

Differenza tra Inbound e Outbound

Ciò che distingue le due diverse tipologie di marketing risiede nella natura stessa del metodo. L’Outbound, ossia il metodo tradizionale, tende a interrompere l’audience con contenuti che non desiderano. L’altro, invece, punta a sfruttare le opportunità offerte dal web per rispondere alle esigenze del cliente.

L’Outbund rappresenta un approccio invadente, fastidioso, e soprattutto molto controproducente. Infatti, come riportano alcune statistiche, l’insieme di queste strategie, non porta alcun beneficio all’azienda, ma al contrario compromette la sua immagine.

Il metodo Inbound, invece, ha tutto un altro aspetto. Permette, infatti, di raggiungere nuovi potenziali acquirenti senza dare dare nell’occhio e senza disturbare il pubblico.

L’unico marketing che le persone amano

La metodologia inbound rappresenta l’unica forma di marketing che le persone amano. E il motivo è perché non vengono stressate.

Uno sconosciuto prima si trasforma in un cliente, dopodiché in un promotore del brand stesso. Ciò è possibile grazie alla centralità del contenuto che ha il compito più importante: attirare l’attenzione dell’audience di riferimento.

Le 4 fasi del metodo Inbound

Per ottenere risultati, bisogna saper affrontare efficacemente le 4 fasi del metodo Inbound: attirare, convertire, chiudere e deliziare.

1) Attira traffico al sito

Una volta identificato il Buyer Persona, è il momento di attrarlo al sito web con contenuti utili e interessanti. In questa prima fase gli strumenti da utilizzare sono:

  • Blog, ossia la pubblicazione di contenuti di valore che generano engagement. Sviluppa e cura periodicamente un blog perché sarà il tuo biglietto da visita. Ricordati di pubblicare articoli sempre interessanti cosicché i tuoi clienti saranno invogliati a leggere.
  • SEO: ottimizzazione del Sito Web con la selezione delle giuste keyword. Elabora prima una content strategy interpretabile dai motori di ricerca e poi scegli le parole chiave più adatte.
  • Social Media: Condivisione di blog post sui canali social. Ora è il momento di promuovere gli articoli, condividendoli sui profili dei vari social network.

2) Converti i visitatori in contatti

Affinché il visitatore diventi un contatto, occorre coinvolgerlo il più possibile, utilizzando strumenti come form, CTA e landing Page.

Per prima cosa, crea una Landing page, con all’interno un form nel quale gli utenti inseriranno i loro dati. Poi inserisci dei CTA per invogliarli a compiere un’azione ed infine una thank you page semplice e intuitiva.

3) Chiudi i contatti in clienti

Ora che i contatti sono nel database, è il momento di utilizzare campagne DEM (direct email marketing). Ossia spedire delle email personalizzate ad intervalli prestabiliti con video, guide, articoli o contenuti adatti alla chiusura di una vendita.

mira a clienti

4) Delizia i clienti per trasformarli nei tuoi promotori

Questa è la fase in cui bisogna mantenere viva l’attenzione del cliente al fine di fidelizzarlo. Per farlo, puoi creare degli eventi offline per mantenere un rapporto diretto con lui. Oppure invitalo a lasciare la propria opinione attraverso recensioni e feedback.

PlayCoverTrack Title
Track Authors